Pagine

giovedì 27 novembre 2008

Le prime immagini di Cosmo SkyMed 3

L'ASI, Agenzia Spaziale Italiana, ha pubblicato sul suo sito web le prime immagini acquisite dal terzo satellite della costellazione Cosmo SkyMed, lanciato il 25 ottobre scorso. Si tratta di immagini acquisite su San Francisco, Torino e Parigi.
Com'è noto i satelliti della costellazione Cosmo SkyMed (ce ne sono già tre in orbita, ed il quarto sarà lanciato nella prima metà del 2010) sono in grado di acquisire immagini radar in banda X indipendentemente dalle condizioni meteo, sia di giorno che di notte. Questi dati sono estremamente utili in tutti i casi in cui per esempio si deve realizzare rapidamente una mappa di un'area alluvionata quando ancora la stessa area è coperta da nuvole, come normalmente accade in occasione di eventi metereologici molto intensi.

Questo video mostra il comportamento del satellite TerraSAR-X in condizioni analoghe. Come Cosmo SkyMed, anche TerraSAR-X acquisice immagini in banda X con una risoluzione che può arrivare fino ad un metro pixel. Nel caso dei dati Cosmo, trattandosi di una missione duale cofinanziata da ASI e Ministero della Difesa italiano, i dati disponibili per i militari italiani hanno un livello di dettaglio ancora più alto.



Come si vede dal video, le immagini SAR sono l'ideale per individuare aree dove c'è la presenza di acqua superficiale perchè il segnale del satellite Radar viene interamente riflesso dalla superficie di un fiume (che tipicamente è piatta) nella direzione opposta al satellite, e nell'immagine quindi l'assenza di segnale è individuata da aree completamente nere. Guardate ad esempio la Senna a Parigi o il Po a Torino nelle immagini Cosmo, o il fiume che ha allagato il piccolo paesello nel video di TerraSAR-X.
Lo stesso vale per le strade asfaltate, che infatti sono sempre molto riconoscibili in questo genere di immagini.